Forti e gentili

L’idea di questo post era lì che faceva capolino da un po’. Continuavo a pensarci, ma qualcosa mi frenava. Non so cosa in realtà… ma alla fine, eccomi qui.

Lontano dal lavoro, dagli obiettivi, dalle strategie… ma così vicino ai sogni, ai desideri, alla vita.

Il mio Abruzzo martoriato dalle ultime vicende, ma sempre pronto a reagire.
Non voglio toccare ancora un argomento così duro e difficile. Se n’è parlato tanto, troppo e spesso male.
Voglio parlarne per la sua bellezza e per il suo amore, che ci sono sempre, da sempre e per sempre.

“V’a nella nostra lingua, tutta, in sé stessa, semplicità ed efficacia, una parola consacrata dalla intenzione degli onesti a designare molte cose buone, molte cose necessarie: e la parola Forza. Epperò, s’è detto e si dice il forte Abruzzo. V’a nella nostra lingua, tutta, in sé stessa, comprensiva eleganza, una parola che vale a comprendere definendole, tutte le bellezze, tutte le nobiltà è la parola Gentilezza. Epperò, dopo aver visto e conosciuto l’Abruzzo, dico io: Abruzzo Forte e Gentile. Epperò, dopo aver visto e conosciuto l’Abruzzo, ho detto e ripeto io: Abruzzo Forte e Gentile.”
(Primo Levi, Giornalista 1853-1917)

Una definizione che negli anni si è sempre più diffusa e rafforzata. Chiunque abbia un amico, un parente, un conoscente abruzzese lo può confermare.

Noi siamo così: forti e gentili. Non molliamo mai e siamo sempre disponibili ad aiutare ed accogliere gli altri.
Non esiste abruzzese che non abbia mai detto “Statt, mo t facc lu caffè” (ndr: resta che ora ti preparo il caffè): un gesto così semplice, ma così ricco di significato; un momento per stare insieme e fare due chiacchiere.

Siamo ricchi di spettacoli della natura: dalla montagna al mare, passando per le colline ricche di vigneti… Anche se questa natura ci ha fatto tremare parecchio, non smetteremo mai di amarla.

E io mi sento un po’ così… Forte e gentile, come la mia terra.
… Solo crescendo, si apprezza la grandezza delle proprie origini.

 

 

Fonte su Primo Levi:http://www.rete8.it/cronaca/345ma-chi-ha-coniato-abruzzo-forte-e-gentile/

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *